CategoriesSports Uncategorized

Intervista con il pugile Luca Rigoldi

Pro boxeur Luca Rigoldi

Proseguiamo il nostro viaggio alla scoperta di giovani atleti attivi negli sport da combattimento. La nostra  passione nasce all’inizio degli anni 2000 quando,  il Three Stroke Combat Studio di Londra, fu parte attiva dell’allora nascente scena BJJ e MMA inglese.  Da allora abbiamo sempre mantenuto un rapporto diretto con il mondo del fight. Il nostro percorso ci ha fatto conoscere  atleti e team di tutto il mondo.

Luca Rigoldi, è un pugile vicentino classe 1993, cresciuto nella Queensberry Boxe Vicenza. Più volte campione regionale, nel 2014, per il secondo anno consecutivo è terzo campione italiano élite. Come pugile professionista ha debuttato a Ferrara il 7 febbraio.

A pochi giorni dall’evento Road to Glory di Padova del 21 marzo abbiamo deciso di scambiarci 2 parole.
Siamo rimasti colpiti dalla serietà e dalla determinazione con cui Luca si presenta, si allena e racconta di sè.
Luca ha le idee chiare e suoi coach puntano molto su di lui.

Pro boxeur Luca Rigoldi
Luca, raccontaci un po’ come ti sei avvicinato a questo sport.
Ho iniziato a fare pugilato quasi 7 anni fa, a 15 anni poco più. Una passione nata per caso, volevo uno sport che mi desse una formazione fisica e mentale completa e che mi trasmettesse i valori che contano sia sul piano sportivo che sociale. Il pugilato a mio parere è uno sport che tempra il fisico e l’anima, ti porta a conoscere i tuoi limiti e con la costanza e la dedizione impari a superarli e vincere le paure. Naturalmente tutto questo comporta sacrifici e rinunce ma se ami questo sport non ti sarà nulla di peso.

Cosa vuol di re per te salire sul ring?
Salire sul ring è dimostrazione di coraggio, si è consapevoli di cosa si va incontro. Nulla è scontato sul quadrato e l’importante è dare il massimo. Alle spalle si ha un grande team, un gruppo di amici e familiari che ti vogliono bene. Non voglio  mai deludere nessuno e forse  questa è la vera paura che si ha sul ring: non il ko, ma il timore di deludere chi ti segue. Voglio sottolineare che il mio team è di fondamentale importanza: sento un gruppo affiatato che gira attorno a me, mi sento protagonista vero di tutto ciò che mi circonda.

Hai alle spalle parecchi merce. Ne ricordi qualcuno in particolare?
Di incontri belli ne ho avuti tanti, in particolare le esperienze all’estero mi hanno aiutato a crescere e a capire molte cose sul pugilato! Certamente il primo match da pro mi ha fatto provare una emozione nuova al di là del verdetto amaro!

10728535_10154833429430601_443035354_n

Nonostante la tua giovane età, hai già combattuto anche  all’estero: ci racconti qualcosa  di quell esperienza?
Certo, ho partecipato ad  torneo internazionale a Parigi chiamate Les Cintures, dopo aver battuto due francesi  sono arrivato in finale. Ho combattuto contro un pugile ucraino che aveva un sacco di tifosi e ho perso. In ottobre invece sono stato a new York, alla Gleason s Gym, il “tempio della boxe”. Mi sono battuto contro un messicano, eravamo ancora tra i dilettanti ma lui aveva già un’impostazione da pro.
La gestione del match è stata difficile  più dal punto di cvista fisico che tecnico.  Combattere all’ estero è motivo di prestigio e una grande esperienza.

11068848_10203955168187558_734528581_n

Abbiamo notato un ritorno di popolarità del tuo sport. Che ne pensi?
Il pugilato sta tornando di moda, credo che uno sport così antico come la nobile art debba essere amato e sentito più vivo, anche se so benissimo cosa comporta essere pugile: poche persone sono disposte a sacrificarsi per questo sport. Le palestre però ultimamente sono sempre più piene e spero che questo serva a dare lustro alla boxe: c’è bisogno di ritornare a provare sensazioni vere e forti.

11072939_10203955170267610_359604008_n
Parlaci della tua giornata tipo:
La mia giornata tipo è molto articolata, sveglia presto, subito in palestra dove svolgo le più svariate attività sia sportive che lavorative: dai corsi agli amatori alle ordinarie pulizie. Nel primo pomeriggio faccio attività fisica di mantenimento, stretching e tecnica poi riposo un po e alla sera ho l’allenamento più duro. Ovviamente  tutti i giorni! Si riposa solo alla domenica. Nel tempo libero mi ritrovo con gli amici e con la mia fidanzata Valentina, che è molto paziente relativamente alle mie esigenze, inoltre mi tengo informato e aggiornato sulle news della boxe e del training.
Segui il calcio?
Non sono appassionato di calcio anche se ammetto che guardo qualche partita con gli amici, mi piace tormentarli quando questi grossi sportivi cadono come fossero delle farfalle.
Parlaci del tuo stile: Ci sono campioni del presente o del passato cui guardi come ispirazione?
Sono un peso piuma mancino e mi piace guardare i grandi campioni del passato e del presente a cui posso ispirarmi come Pacquiao.

11050928_10203955167707546_892491774_n
Piani e progetti?
Adesso devo fare molta attività per migliorare e arrivare nel 2016 pronto ad affrontare qualche titolo prestigioso, si deve fare una crescita costante e mirata, sono convinto che si può fare bene.

Mancano pochi giorni all’appuntamente Road to Glory:  contro chi combatti?

Sabato sera combatto contro Calogero Galici, un ragazzo friulano di  Monfalcone! Con lui ho già avuto mondo di confrontarmi più volte: con un pari e una vittoria.Con lui è nata un amicizia quando siamo andati a gareggiare x il tricolore nel torneo di Parigi! Sabato comunque saremmo rivali, lui è un ragazzo di cuore, un gran bel pugile che fa della forza la sua arma più forte

 Luca Rigoldi Three Stroke Productions

Che cosiglio vorresti dare ia piu giovani che vogliono avvicinarsi al pugilato?
Per chi volesse intraprendere la mia stessa strada dico che il percorso è tanto e tutto in salita. Molto ma molto tortuoso e non girano tanti soldi da potersi permettere lussi da calciatori, ma chi è convinto e inizia fare la boxe non la lascia più, entra nell’anima e non te ne liberi. Il pugilato dona emozioni forti che niente altro può darti, ti senti vivo.

Grazie Luca, è stata una chiacchierata stimolante. Alla Three Stroke Productions facciamo il tifo per te.
E complimenti per le bellissime foto !!
Se siete nei paraggi di Padova Sabato 21 marzo non perdete l’accasione di sostenere Luca nella sua ROAD TO GLORY
11041678_1586434201603644_7790094922882048581_nLUCA RIGOLDI (Neo-Pro)
Birthdate 1993-01-09 (age 22)
Division featherweight (piuma)
Southpaw
Height 165cm
Residence Caldogno, Vicenza , Veneto, Italy
Birth place Thiene, Veneto, Italy
Amateur won 30 + lost 15 + drawn 4 = 45
Neo-Pro won 0 (KO 0) + lost 0 (KO 0) + drawn 1 = 1
o sul suo sito ufficiale:  Luca Rigoldi
Luca si allena presso la Queensberry Vicenza
header
Ringraziamo per le splendide  foto ANDREA AJ

 

 

Leave a Reply

Three-Stroke Productions
Distinctive Clothing Since 1997

Explore

© 2024 MG SRLS – P.IVA 05010940236
X
Add to cart