CategoriesClothing Life Style Sports

Quattro chiacchiere con il Campione Europeo Supergallo di boxe Luca Rigoldi

La collaborazione e l’amicizia tra la Three Stroke Productions e  Luca Rigoldi inizia diversi anni fa quando il pugile vicentino decideva di lanciarsi nel mondo professionistico pronto a lanciare la sua sfida per il titolo italiano.

Anno dopo anno Luca ha confermato le sue doti sportive e umane diventando campione europeo dei pesi supergallo. La settimana scorsa , Luca ha difeso brillantemente, per la seconda volta, la sua cintura contro l’ucraino Yagarov a Shio con una nett vittoria ai punti . 

Abbiamo quindi deciso di fare una chiacchierata con lui per parlare delle sue sensazioni post vittoria e di tante altre cose

 

Immaginiamo che in questi giorni sarai impegnatissimo tra incontri e cene di rappresentanza. Come ti senti dopo questa ennesima vittoria?

La vittoria ti galvanizza , ti fa sentire bene e quindi nonostante la stanchezza hai voglia di far festa. Ovviamente più si alza il livello e più aumentano gli incontri di rappresentanza a cui partecipo molto volentieri anche se ,  a dir la verità, preferirei staccare da tutto , telefono compreso, per qualche giorno.

Essere ottimi pugili non basta più ma tu hai messo su un bel team di collaboratori per curare i tuoi eventi, la tua immagine ecc. Sei soddisfatto del riscontro mediatico?

Luca Rigoldi with EBU beltE’ vero. Occorre anche essere manager di se stessi creando attorno a sè un sistema tale per cui si riesca ad avere una buon riscontro mediatico che è molto importante per me in questo momento. Spesso molti non  si rendono conto del valore di certi traguardi e non danno il giusto spazio. Mediaticamente sono abbastanza soddisfatto della visibilità ottenuta anche se a livello nazionale ancora non riesco a fare quel salto di qualità che mi farebbe piacere fare anche per dare più lustro ad uno  sport come la boxe che un tempo non troppo lontano ,negli anni 80, era molto più seguito.

Quali sono per te i valori più importanti che difendi e che ritieni siano indispensabili per chi voglia cimentarsi seriamente nella boxe?

Direi che nel pugilato ci sono molti valori importanti: uno di questi è la sportività . Non siamo li sul ring per picchiare l’avversario perché  gli vogliamo male: 99 volte su cento nemmeno conosciamo chi abbiamo di fronte.  Si tratta invece di un gesto tecnico, tattico e fisico frutto di grande lavoro . Per affrontare questa  disciplina a  livello agonistico occorrono sacrificio, passione ed impegno ma per chi si vuole avvicinare alla boxe a livello amatoriale le cose sono decisamente più facili

Ci sono pugili del passato che ammiri in particolare o da cui hai preso ispirazione?

Ammiro molti pugili del passato ma direi che per me un atleta davvero importante è  Manny Pacquiao per tutto quello che fa, per le sue qualità tecnico/tattiche e per la sua capacità di affrontare qualsiasi avversario in qualsiasi momento. Inoltre lo ammiro per il suo impegno sociale nel suo Paese.

Ci racconti la tua giornata tipo?

Di solito mi alzo presto e alla mattina mi alleno con la corsa, spesso in pausa pranzo insegno per poi andare in palestra a Piove di Sacco ad allenarmi con il Maestro Freo.

Dalle 19 alle 21 sono di nuovo in palestra per allenare i nostri ragazzi.

Segui la squadra di calcio della tua città? Cosa significa per te?

Vicenza è una città con tradizione calcistica e con una storia importante.

Io ho giocato a calcio per anni per poi abbandonarlo ma negli ultimi anni mi sono riavvicinato al calcio grazie anche al sostegno e alla vicinanza dimostrata da tanti tifosi e ultras della curva vicentina

Mi piace la passione, il divertimento,  le amicizie e tutto ciò che gira intorno  al tifo.

Il Vicenza ha molti tifosi e per fortuna molti di loro mi seguono. Sui miei pantaloncini ho il logo della Curva Sud

Curva Sud Vicenza paying hommage to Luca Rigoldi
credit lr Vicenza net

Segui anche altri sport?

Non ho molto tempo ma quando posso seguo il calcio, soprattutto il Vicenza ovviamente

Molti ti vedono come modello positivo. “Mens sana in coropre sano” anche al di fuori del ring.  Pensi che il tuo stile di vita possa essere di esempio?

Si, in parecchi mi vedono come modello positivo ma io sono un ragazzo normalissimo.

Da una parte, ti direi  che a livello mediatico questa cosa non sempre gioca a mio favore perché spesso  i ragazzini si avvicinano a modelli più “appariscenti”,  iper tatuati e un pò arroganti mentre  invece io sono alla portata di tutti . Molti mi dicono “resta cosi “ ma a me vien da ridere perche io sono cosi..Non faccio nessuno sforzo ad essere quello che sono. Mi fa però piacere che molti genitori e molti ragazzi giovani apprezzino il mio stile, la mia spontaneità e il mio voler vivere nei fatti e in modo normale il mio sport.

Nella maglietta celebrativa che abbiamo realizzato insieme al locale  Mama Loca di Vicenza e  alla  Harely Davidson di Bassano sei in sella ad una moto: sei una appassionato di motori? La usi tanto?

La maglietta celebrativa  è stata un’iniziativa molto bella anche perchè  non me ne sono occupato in prima persona ma ho trovato degli amici e degli sponsor che hanno  creato  una cosa ad hoc per me.

Sono davvero soddisfatto del risultato finale.

Luca Rigoldi wearing special t shirt by Three Stroke ProductionsA dir la verità io non ero un grande appassionato di moto: ma una volta entrato nel  mondo Harley mi sono reso conto di avere anche li un’altra famiglia di cui condivido cose come la voglia di adrenalina in sicurezza e anche la voglia si sognare.

Ultimissima: sei appena stato inserito nella top 15 della WBC…

Il “mondiale” arriverà quando sarà il momento, per ora penso a rimanere in Europa il a lungo possibile

 

 

Seguite Luca su facebook e su instagram e se volete vedere delle foto davvero belle relative al suo ultimo vittorioso match guardate qua

 

 

 

Three-Stroke Productions
Distinctive Clothing Since 1997

Explore

© Three-Stroke Productions. All rights reserved. 

MG SRLs –    – PI 05010940236

X
Add to cart